Catastrofi naturali o incuria dell'uomo?

Catastrofi naturali o incuria dell'uomo?

di Eraldo Rizzuti

Un libro a carattere divulgativo in cui vengono presentati i rischi connessi alle "catastrofi naturali": incendi, frane, alluvioni e terremoti. Fin da subito, ci si rende conto che nel nostro Paese, culla della Cultura e della Civiltà, l'ambiente non viene protetto, curato e amato. Se non si ha amore per la propria terra e per la casa che si abita, si è senza memoria, senza identità. La messa in sicurezza del territorio, la difesa del suolo dai fenomeni naturali, che generano sempre più dissesti, disastri e catastrofi per l'incuria dell'uomo, deve essere un dovere, un obbligo, una priorità per un paese civile. La natura è stata creata con ordine e non conosce "catastrofi"; l'uomo sì, le costruisce e le porta alle estreme conseguenze. Dunque, il libro è un grido di dolore, un appello sentito a tutte le forze politiche, sociali e professionali, perché predispongano, al più presto, senza rinvii e deroghe, un serio piano organico per la difesa del territorio a livello regionale, comunale e familiare.

  • Editore: Pellegrini
  • Categorie: Scienze
  • Edizione: 2013
  • Ean: 9788868220020
  • Pagine: 144 p.
  • In Commercio Dal: 01/01/2013